Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Interruzione frequente energia elettrica

I sindaci del Rhodense scrivono a E- Distribuzione per chiedere interventi urgenti.

Data di pubblicazione:

mercoledì 17 gennaio, 2024

Tempo di lettura:

4 min

Visualizzazioni

114 -

Ultimo aggiornamento:

mercoledì 17 gennaio, 2024

C’è anche il Sindaco di Arese Luca Nuvoli tra i sottoscrittori della lettera aperta dei Sindaci del Rhodense a E- Distribuzione per chiedere “interventi urgenti e risolutivi che eliminino i problemi“.

Da tempo, infatti, nel Rhodense si verificano black out improvvisi che sembrano essere causati dagli effetti del maltempo che si fanno sentire sulle cabine elettriche, il cui isolamento si è deteriorato nel tempo. A questo, si aggiungono una serie di disservizi che causano disagi a cittadini, imprese ed enti.

Per questo motivo, la scelta di scrivere direttamente a E-Distribuzione affinché intervenga al più presto. Ecco il testo integrale.

“Spettabile Società, Vi scriviamo a nome delle comunità locali che rappresentiamo per segnalare una serie di disservizi , talvolta gravi, che da molti mesi si verificano nei nostri territori in relazione alla fornitura di elettricità gestita dalla vostra azienda; tali disservizi stanno causando danni significativi ai cittadini, alle imprese e anche agli Enti che amministriamo, oltre che rischi potenziali per l’incolumità delle persone. La questione primaria, quella che ci ha spinto a scrivere questa lettera, riguarda il fatto che nei giorni di pioggia molto spesso, per non dire sempre, la fornitura elettrica è intermittente in ampie zone del territorio; non parliamo di eventi meteorologici intensi o estremi, ma di situazioni del tutto ordinarie: bastano poche gocce di pioggia, perché l’elettricità salti. Il caso più recente si è verificato la scorsa settimana, quando in molti quartieri dei Comuni di Rho e Pregnana Milanese l’elettricità è saltata e tornata ripetutamente per una decina di volte nel giro di un’ora. Pochi giorni prima, alla fine del 2023 era successa la stessa cosa con continui salti di tensione interruzioni di fornitura che si sono ripetuti per più giorni e notti in corrispondenza delle precipitazioni che si sono verificate. Questa situazione, a più riprese e con diverse aree coinvolte, si verifica ormai dalla scorsa estate e interessa diverse zone dei due Comuni citati; anche nel Comune di Vanzago si sono verificati tali disservizi, ma attualmente sembrano sia stati risolti. In passato, negli anni scorsi, un’analoga situazione si era presentata nel Comune di Cornaredo, anche in quel caso interessando il Comune di Pregnana Milanese; potremmo citare altri casi accaduti in tutti i territori da noi amministrati. I continui salti di tensione e le interruzioni dell’erogazione danneggiano le apparecchiature elettroniche più sensibili e anche gli impianti (ad esempio le caldaie), generano continue attivazioni degli antifurti, hanno fatto scattare il salvavita nelle case di famiglie che erano in ferie, con tutto quanto ne consegue; ci sono stati riportati casi di persone, specie anziane, che hanno avuto incidenti domestici (per fortuna non gravi) a causa dell’interruzione improvvisa dell’elettricità. Ci è stato detto dai vostri tecnici (ed è stato detto anche ai cittadini che vi hanno contattati direttamente) che questi guasti sarebbero dovuti a problemi di impermeabilizzazione delle cabine e degli armadi; vi chiediamo conferma di questa interpretazione e soprattutto vi chiediamo di intervenire con urgenza, specie nei casi in cui questi problemi riguardano le cabine più importanti per la rete. Accanto a questo tipo di disagi se ne aggiungono altri forse meno visibili, ma ugualmente significativi. Ci è stato segnalato da diverse imprese che i tempi di attesa per avere nuove forniture, specie se di potenza superiore a quelle standard, sono di diversi mesi. La stampa locale, ad esempio, ha parlato di una nuova gelateria che per mesi ha dovuto lavorare con una potenza insufficiente; nel corso del 2023 i gestori degli impianti di ricarica dei veicoli elettrici a Rho e negli altri Comuni della zona hanno atteso quasi un anno per poter attivare i loro impianti che erano stati assegnati nel 2022 . I nostri stessi Enti, in diverse occasioni, per poter attivare ad esempio nuovi sistemi di videosorveglianza, impianti di varia natura, forniture presso nuovi edifici hanno vissuto situazioni analoghe: ad esempio Vanzago sta aspettando da giugno 2023 che venga completata l’attivazione di nuove utenze. Comprendiamo che la richiesta di energia stia aumentando, ma non riteniamo possibile sopportare tempi di attesa così lunghi e spesso indeterminati: la competitività delle imprese, l’esigenza di erogare puntualmente i servizi, l’accompagnamento verso la transizione ecologica richiedono uno sforzo comune che anche le aziende fornitrici di servizi di pubblica utilità devono contribuire a sostenere. Per tutti questi motivi, come Sindaci dei Comuni che rappresentiamo, richiediamo un vostro riscontro puntuale alla presente, degli interventi urgenti e risolutivi che eliminino i problemi di fornitura intermittente segnalati, più in generale un’azione di programmazione e gestione più efficace e puntuale per favorire lo sviluppo del nostro territorio, parte integrante della Città Metropolitana di Milano”.

 

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

17/01/2024