Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Il Giorno del Ricordo e le complesse vicende del confine orientale

Arese ricorda i massacri delle foibe e l'esodo giuliano dalmata con un incontro lunedì 12 febbraio all'Agorà.

Data:

Terminato

Visualizzazioni

84 -

Tempo di lettura:

1 min

Cos'è

Con la Legge 30 marzo 2004, n. 92, l’Italia ha provveduto alla “Istituzione del «Giorno del ricordo» in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata, delle vicende del confine orientale e concessione di un riconoscimento ai congiunti degli infoibati“.

In questa occasione, vengono realizzati convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende.

Il nostro Comune celebrerà questa ricorrenza lunedì 12 febbraio 2024, alle 21.00 all’Agorà (via Monviso 7) con il Professore di Storia e Filosofia Marco Salbego. Sarà presente anche il Sindaco Luca Nuvoli.

L’incontro si propone di contestualizzare la violenza politica che ha attraversato la frontiera altoadriatica nel corso del Novecento e di ricostruire le fratture che hanno segnato quei territori, producendo degli effetti divisivi a livello del complesso intreccio di memorie in uno spazio multietnico.

Ingresso libero.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

06/02/2024