Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

I brutti anatroccoli

Domenica 12 febbraio 2023 ore 16.00 all'Agorà.

Data:

domenica 12 febbraio 2023

Visualizzazioni

10 -

Tempo di lettura:

2 min

Cos'è

Domenica 12 febbraio 2023, alle ore 20.30, presso il Centro civico Agorà, in via Monviso 7, Arese

 

I brutti anatroccoli

Compagnia teatrale Stilema, di e con Silvano Antonelli

Il mondo è pieno di modelli e stereotipi di efficienza e “bellezza” rispetto ai quali è facilissimo sentirsi a disagio. Basta portare
gli occhiali, o metterci un po’ più degli altri a leggere una frase, o avere la pelle un po’ più scura o un po’ più chiara, o far fatica a scavalcare un gradino con la sedia a rotelle, o…

Tra papere e occhiali, strumenti musicali divertenti e poetiche suggestioni, lo spettacolo cerca di emozionare intorno all’idea che tutti, ma proprio tutti, possano cercare di rendere la propria debolezza una forza. La fiaba di Andersen a cui il titolo liberamente si ispira tocca un tema universale: la costruzione dell’identità e il tema dell’accettazione delle differenze.

Età: dai 3 anni

***

Parlare di “diversità” è cosa delicata. Per non dire difficile. A volte sembra che coi bambini si debbano affrontare solo certi temi e non altri, come se si volesse proteggerli da argomenti che si ritengono non adatti a loro. Mi permetto di pensare che nessun argomento è “non adatto” ai bambini. Che quando lo pensiamo non facciamo altro che proiettare sui bambini le nostre paure e le nostre inadeguatezze. Certo, bisogna trovare il modo giusto, ma nessun tema è estraneo ai bambini. Tanto meno temi quali la diversità e l’inclusione. I bambini sperimentano quotidianamente la relazione coi compagni, coi vicini di casa, con un mondo sempre più globalizzato e interconnesso. Il mondo che loro abiteranno. Ma i bambini sono anche i portavoce degli stereotipi che passano loro gli adulti. Quegli stereotipi sui quali, mattone dopo mattone, giorno dopo giorno, si costruiscono piccoli e grandi muri”.

Silvano Antonelli

Fa parte di

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

26/09/2022