Questo sito utilizza solo cookie tecnici e analytics di terze parti che rispettano i requisiti per essere equiparabili ai cookie e agli altri identificatori tecnici.
Pertanto non è richesta l’acquisizione del consenso.

Informativa Chiudi

Documento semplificato del rischio idraulico

Invarianza idraulica e idrogeologica

 

Con la Legge Regionale n. 4 del 15.03.2016 “Revisione della normativa regionale in materia di difesa del suolo, di prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico e di gestione dei corsi d’acqua” è stato inserito l’art. 58-bis nella Legge Regionale n. 12 del 11.3.2005 “Legge per il governo del territorio” che definisce i principi di invarianza idraulica e di invarianza idrologica, nonché il sistema di drenaggio urbano sostenibile per assicurare la tutela ed il risanamento del suolo e del sottosuolo e il risanamento idrogeologico del territorio tramite la prevenzione dei fenomeni di dissesto, in ottemperanza all’art. 53 del Decreto Legislativo (D. Lgs.) 152/2006, nonché all’art. 55, c. 2 della L.R. 12/2005.

L’entrata in vigore del Regolamento Regionale (R.R.) n. 7/2017 del 23.11.2017 “Regolamento recante criteri e metodi per il rispetto del principio dell’invarianza idraulica e idrologica ai sensi dell’art. 58 bis della L.R. 11 marzo 2005 n. 12” ha individuato i criteri e i metodi per il rispetto dei principi dell’invarianza idraulica ed idrologica, ai sensi dell’art. 58 bis della L.R. 12/2005; in particolare l’art. 14, comma 1, del R.R. 7/2017 e s.m.i. stabilisce:
“1. I comuni ricadenti nelle aree ad alta e media criticità idraulica, di cui all’articolo 7, sono tenuti a redigere lo studio comunale di gestione del rischio idraulico di cui al comma 7, ad approvarlo con atto del consiglio comunale e ad adeguare, di conseguenza, il PGT entro i termini di cui al comma 5. Tali comuni, nelle more della redazione di tale studio comunale di gestione del rischio idraulico, redigono il documento semplificato del rischio idraulico comunale, con i contenuti di cui al comma 8, e lo approvano con atto del consiglio comunale.
…omissis…”

Il Comune di Arese è stato ricompreso nelle aree ad alta criticità idraulica individuate nell’allegato “C” del Regolamento Regionale e ha pertanto provveduto all’approvazione del “Documento Semplificato del Rischio Idraulico” con deliberazione di Consiglio Comunale n. 17 del 5.3.2020.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO:

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

09/02/2022