Ambrosia

LUNED╠ 8 LUGLIO 2019

Ogni anno, nel periodo che va da marzo a ottobre, milioni di italiani soffrono di vari tipi di allergie.
 
Le tipiche manifestazioni sono: prurito, gonfiore ai tessuti colpiti, ipersecrezione di muco e spasmi muscolari in genere. Le piante che provocano reazioni allergiche sono quelle che utilizzano una impollinazione anemogama o anemofila legata, cioè, alla capacità del granulo pollinico (estremamente leggero) di essere trasportato dal vento e di rimanere a lungo in sospensione nell’aria.
 
Il sistema immunitario protegge l’uomo da organismi patogeni, quali batteri, virus o sostanze tossiche.
L’allergia, invece, è la risposta che un sistema immunitario ipersensibile rivolge agli organismi non patogeni.
 
La severità e la varietà di questi sintomi sono fortemente soggettive, perché variano a seconda della persona colpita e possono condizionare fortemente il vivere quotidiano.
 
Una delle piante il cui polline è causa di forti allergie è l’Ambrosia Artemisiifolia che:
 
  • appartiene alla famiglia delle Composite
  • è un'erba annuale, alta da 20 cm a 1 metro
  • si presenta con un fusto eretto disordinatamente peloso nella parte  superiore
  • ha foglie divise, triangolari o ovate, verdi su entrambi i lati, con peli corti
  • produce fiori, poco appariscenti, di colore giallastro o verdognolo. 
 
Una sola pianta può produrre da 3.000 a 60.000 semi, che possono mantenere la loro germinabilità fino a 40 anni.
La fioritura ha luogo mediamente da fine luglio a fine settembre.
L'Ambrosia Artemisiifolia viene spesso confusa con la Artemisia Vulgaris, che però presenta foglie più frastagliate (biancastre nella parte inferiore) che emanano un forte odore.
 
Per limitare la diffusione di ambrosia, ogni anno il Comune emana un'ordinanza in cui vengono raccolte le disposizioni indirizzate ai cittadini, agli amministratori di condominio, ai responsabili dei cantieri, ai proprietari di aree verdi ecc.
Ognuno, per quanto di competenza, deve fare la propria parte.

ALLEGATI

Salta Calendario
<   Ottobre 2019   >
Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
Elenco Menu